Il sogno (infranto) chiamato Derbi

Di Roberto Pagnanini Ci sono cose che ci credi o non ci credi ed alle quali puoi dare il nome che vuoi, uno a scelta tra  coincidenza, destino oppure fato. La vita ti ci mette davanti, che tu voglia o no. E’ notizia di questi giorni che parte della storica fabbrica della Derbi a Martorelles…

Il flop Honda in MotoGP si chiama Puig

Se è vero che tutto quello che sale prima o poi scende, il compito di un bravo manager dovrebbe essere quello di cercare di rendere la discesa il più dolce possibile. Questa cosa non sta accadendo al Team Honda ufficiale in MotoGP, la mitica espressione diretta della HRC, reparto corse di eccellenza della casa giapponese,…

La MotoGP sta cambiando davvero

Dopo un anno di rodaggio, ovvero dopo un mondiale 2020 in piena pandemia, che ha visto Joan Mir diventare campione del mondo, ora possiamo dirlo: la MotoGP sta cambiando davvero.

100 anni Made in Italy, buon compleanno Moto Guzzi

Oggi c’è un centenario da festeggiare. Moto Guzzi spegne una torta con candeline a tre cifre, tante per un’azienda che produce moto, in Italia per giunta. La Moto Guzzi è legata a doppio filo con la storia della rinascita del nostro Paese, come la Piaggio, ha rimesso letteralmente in moto l’Italia dopo la seconda Guerra…

La CRF giramondo

Per noi europei pensare a un viaggio in moto significa scegliere una cilindrata importante, molte volte superiore ai 1.000cc. Ebbene le cose non stanno così altrove; in sud America, in Asia, in Indonesia. Si viaggia con qualsiasi cosa abbia due ruote, letteralmente. Così, nella necessità di prendere uno scooter per la città mi sono detto,…

Hayabusa 2021, il ritorno del vero (hyper) Sport Touring

Vi metto li due spicci: Motore da 1.340 cc con una potenza di 190 cv e un’erogazione impareggiabile ai bassi e ai medi regimi e una coppia massima di 150 Nm a 7.000 giri. La velocità massima è autolimitata a 299 km/h. Piattaforma inerziale a sei assi e i più evoluti sistemi elettronici di assistenza alla guida. Inoltre ha di serie…

C’è lavoro nel motorsport, fatevi sotto

Il mondo delle corse non è molto friendly per quanto riguarda le opportunità di lavoro. Fino a poco tempo fa si entrava nel paddock di qualsiasi disciplina motoristica solo e soltanto perché si era del “giro”, ovvero riconosciuti nel campo per il proprio lavoro, con possibilità di ingresso per i “nuovi” pari a zero. I…