Sceicchi e figuracce, la MotoGP deve ritrovare credibilità e di corsa

Questa è stata certamente la stagione del “principe” e dei suoi scagnozzi. Sappiamo tutti cosa è successo, ma adesso un piccolo riassunto dei fatti serve, tra falsi nobili sauditi, falsi emissari, falsi progetti, e falsi manager che hanno coinvolto falsi giornalisti. Vorrei fare questo punto perché capire e assimilare che quello che è accaduto è serio, e non va dimenticato.

Ducati Top e Honda Flop del 2021

visto succedere nel 2020, non c’è stato un mattatore alla Valentino Rossi o alla Marc Marquez, il pacchetto moto-pilota che sbaraglia la concorrenza sembra essere qualcosa che appartiene al passato.

Vinales subito nella mischia con l’apriliona

Certo che a fare casino, quest’anno la MotoGP, ci si è messa d’impegno. Tra scandali di sponsor, Covid, sponsor che abbandonano e litigi nei box, ci sono temi per scrivere un libro sulla stagione che sembra una sceneggiatura per una serie di Netflix. La storia che in questo momento mi piace di più, è quella…