La GS è (ancora) regina delle vendite, ma quelle vecchie dove stanno?

il

Non fa quasi più notizia, ci ha assuefatti alle sue forme, alle sue performance e ai suoi record di vendita ripetuti anche nel 2015.

moto-dicembre-2015La R1200GS, moto crossover della BMW è ancora una volta la moto (moto vera e no scooter o scooterone) più venduta d’Italia, ed è sempre così ad ogni nuovo modello della Gelande Strasse. Più veloce, più potente, più agile e costosa di prima, la R1200GS se ne batte i cilindri boxer delle novità giapponesi, delle arrembanti italiane che le fanno il verso e si piazza in vetta alla classifica dell’ANCMA nel venduto Gennaio-Dicembre con 3222 immatricolazioni. Le concorrenti: non pervenute.

Ecco ma la domanda che mi faccio ogni volta che esce un modello nuovo di GS è sempre la stessa: dove sono andate a finire quelle vecchie. Sì perché a ogni restyling, la generazione precedente semplicemente scompare. Capisco la bravura dei venditori BMW che riescono a far riassorbire dalla rete bavarese la maggior parte delle moto a vantaggio delle nuove, ma queste a qualcuno si devono pur vendere.

Questa estate, nel “So’ Boni Tutti Tour” (nel quale sono stato accompagnato da un amico dotato di nuovissima GS Adventure 1200), facevo caso proprio alla mancanza delle vecchie GS sulle strade, e non solo quelle italiane, ma anche sulle austriache e soprattutto su quelle tedesche.

Immagino container di vecchie 1200 sul fondo di qualche oceano o inviate nella centrale di Chernobyl, per rimanere nascoste, o peggio uno schiacciamento di massa sotto una enorme pressa, così da non far rimanere traccia delle vecchie boxer. Chissà.

Sta di fatto che, anche se ogni volta un po’ storciamo il naso davanti alle azzardate forme di qualsiasi nuovo modello di GS, per il becco troppo becco, per i cilindri troppo calati, per il cardano, per le sovrastrutture risicate o per il costo esorbitante dell’oggetto in se per se, alla fine ci sarà un record di vendite. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...