Comprare una moto nella Fase2, come si fa

il

Sembra, pare, si dice, che il virus si stia “ritirando”. Speriamo sia così. Comunque la Fase 2 è iniziata, e adesso tra le cose concesse, c’è anche la visita in concessionaria. Inutile dire che, come già accaduto per tutte le altre nostre abitudini, anche questa – piacevole – visita, si dovrà effettuare con regole precise, sia per i clienti che per i titolari delle concessionarie.

Chi ha una concessionaria, mettiamolo in chiaro, ha già una serie di protocolli per aprire e per accogliere al meglio gli avventori, quindi stiamo tranquilli su questo, mettiamo in chiaro dunque quali siano i comportamenti da adottare.

Prima di tutto, le improvvisate in concessionaria, lasciatele stare, preferite l’appuntamento. Chiamare e fissare un incontro con chi vende ha una serie di vantaggi. Il primo è che il concessionario/venditore sa chi viene e a che ora, il secondo è che voi, come clienti, potrete avere a vostra disposizione un consulente (di solito) molto preparato su prodotto che vende, sulle offerte e sulle più adatte soluzioni economiche. Un suggerimento in più, preferite le concessionarie ufficiali o quelle più “organizzate”, saranno più pronti e formati in quasi tutti gli aspetti.

All’arrivo in concessionaria, evitate la stretta di mano. Una volta si poteva fare, oggi no. Assicuratevi che tutti nel negozio stiano indossando i guanti e la mascherina, cosa che naturalmente dovete fare anche voi. Mentre vi fate spiegare la moto/scooter state a distanza da chi parla (ma ascoltatelo), ma state vicini al prodotto che volete esaminare. Toccate la moto/scooter, ma non troppo. Per le manopole e la sella assicuratevi che il concessionario abbia pulito e messo una protezione sulle manopole, comunque usate sempre i guanti.

Se avete deciso di comprare e andate col consulente/venditore al suo tavolo per chiarirvi le idee sui conti e sugli accessori, state sempre attenti alle distanze, comunque pretendete uno schermo di protezione tra voi e il consulente/venditore. Per la valutazione del vostro usato, esigete che il meccanico adotti i dispositivi di protezione. Un suggerimento, per qualsiasi firma, portatevi una penna da casa o chiedetene una nuova e non usata dal consulente/venditore.

Per quanto riguarda l’abbigliamento fate attenzione. I caschi, se dovete provarli, fatelo sempre con sottocasco monouso e con la mascherina. I guanti, che sono a rischio, provateli con i guanti chirurgici ove possibile oppure premunitevi di alcool gel prima e dopo la prova.

La concessionaria si usa anche per i tagliandi, anche qui, prendete appuntamento. Presentatevi all’ora stabilita e trattenetevi il tempo strettamente necessario. Stessa cosa per il ritiro del veicolo, fatevi dare un’ora precisa e informatevi se la vostra moto venga o meno sanificata prima del ritiro. Attenzione la sanificazione si paga, non fate gli schizzinosi.

In tutti i casi preferite il pagamento elettronico, meno soldi tocchiamo con le mani e meglio è.

Signori (e signore), torniamo in sella, non rinunciamo alla nostra passione. Forza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...